Uccide, stupra e tortura decine di migranti, ergastolo per un 23enne somalo

Uccide, stupra e tortura decine di migranti, ergastolo per un 23enne somalo

Milano, Italia, 21/03/2019

L’uomo, proclamatosi innocente, dovrà risarcire le vittime delle violenze

Confermato l’ergastolo con isolamento diurno di 3 anni per Osman Matammud, il 23enne somalo responsabile di 13 omicidi e di una serie di stupri e torture ai danni di migranti segregati nel campo libico di Bani Whalid tra il 2015 e il 2016. Accolta dai giudici della Corte d'Assise d'Appello di Milano per i risarcimenti di decine di migliaia di euro nei confronti delle vittime. L’uomo, dopo la lettura della condanna, si è proclamato innocente mentre il suo legale ha annunciato la loro volontà di arrivare fino “alla corte Europea dei diritti dell'uomo".

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×