Corruzione a Lecce: voti in cambio di case

Corruzione a Lecce: voti in cambio di case

Italia, 07/09/2018

Tra i nomi, anche Roberto Marti, il senatore della Lega

Alcuni ex amministratori comunali, consiglieri comunal, e dirigenti del Comune di Lecce sono stati dagli agenti della Guardia di Finanza.

    Sono ben 46 le persone indagate, accusate per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale, abuso d'ufficio e falso ideologico.
    Tra i nomi degli indagati che invece non sono ancora stati raggiunti da nessun provvedimento, compare anche quello del senatore della Lega Roberto Marti. Quest’ultimo infatti, dal 2004 al 2010, è stato assessore a Lecce ai Servizi sociali, ai progetti mirati e alle pari opportunità. Il capo d’accusa è abuso d'ufficio e falso ideologico.

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×