Fanno prostituire la figlia 13enne in cambio di ricariche telefoniche

Fanno prostituire la figlia 13enne in cambio di ricariche telefoniche

Italia, 19/04/2019

I reati contestati sono di violenza sessuale su minore ed induzione alla prostituzione minorile

Nel Pisano, due adulti hanno venduto la figlia di 13 anni come prostituta per avere in cambio regali e ricariche telefoniche. L’accusa per i due è di violenza sessuale su minore, ed induzione alla prostituzione minorile. I fatti risalgono al 2013 e sono emersi solo due anni dopo in seguito alla chiamata anonima di uno dei “clienti”. Nella telefonata, l’uomo avvertiva degli episodi collegati ai due genitori, facendo partire l’indagine che ha portato all’arresto di un totale di quattro persone, tra cui lo stesso informatore il quale aveva a sua volta abusato della piccola.

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×