Strage di Bologna, richiesto esame DNA

Strage di Bologna, richiesto esame DNA

Bologna, Italia, 23/05/2019

La perizia è stata chiesta dai legali di uno degli accusati del gesto

La Corte d'Assise di Bologna ha disposto l’esame del dna sui resti attribuiti a Maria Fresu, una delle vittime dell'attentato del 2 agosto 1980. L’analisi è stata chiesta dagli avvocati difensori dell'ex Nar Gilberto Cavallini, accusato per concorso nella strage dove persero la vita 85 persone. La motivazione incorre con quanto osservato dopo la riesumazione dei resti attribuiti alla donna dal cimitero di Montespertoli a Firenze, nell'ambito dell'esame esplosivistico avvenuto il 25 marzo.

Commenta l'articolo

Primo piano

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×