Tempesta passionale, dimezzata la pena per l’omicida di Olga Matei

Tempesta passionale, dimezzata la pena per l’omicida di Olga Matei

Bologna, Italia, 20/03/2019

A scatenare l’uomo è stata una proiezione della gelosia ai massimi livelli

La procura generale di Bologna fa ricorso alla Cassazione contro a sentenza della Corte di assise di appello che diminuito da 30 a 16 anni la pena per Michele Castaldo, responsabile del delitto di Olga Matei, commesso a Riccione nel 2016: "La tempesta emotiva e passionale che investì l'imputato altro non è se non la proiezione immediata della gelosia, al massimo grado, che ha scatenato il gesto omicida". Nel ricorso si richiede che la Cassazione annulli la sentenza per quanto riguarda le attenuanti generiche.

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×