La Reggiana torna in campo dopo 36 giorni e ritrova subito il successo: battuto il Renate 2-1, ma che brividi nel finale

reggiana-renate

Reggio Emilia, Italia, 2018-02-03

Due rigori decidono la partita, quello di Cesarini nel primo tempo e quello di Altinier nella ripresa. Ora la Reggiana è quarta in classifica. Esordio per i nuovi arrivati Cattaneo e Vignali.

Reggiana 2

Renate 1

Marcatori: al 7’pt Cesarini (R-rig.), al 9’st Altinier (R-rig.), al 27’st De Luca (R).

Reggiana (4-3-3): Facchin; Ghiringhelli, Spanò, Crocchianti, Panizzi; Bovo, Genevier, Carlini (dal 24’st Vignali); Riverola (dal 20’st Cattaneo), Altinier (dal 24’st Cianci), Cesarini. A disp.: Narduzo, Vignali, Zaccariello, Bobb, Cianci, Bastrini, Rosso, Rocco, Lombardo, Manfrin, Cattaneo, Sorzi. All.: Sergio Eberini.

Renate (4-3-3): De Gregorio, Anghileri (dal 44’st Mattioli), Di Gennaro, Teso, Vannucchi, Fietta (dal 16’st Scaccabarozzi), Pavan, Simonetti, Ungaro (dal 1’st Gomez), De Luca, Piscopo. A disp.: Cincilla, Savi, Gomez, Palma (dal 16’st Piscopo), Malgrati, Mattioli, Finocchio, Micheli, Scaccabarozzi. All.: Roberto Cevoli.

Arbitro: Paterna di Teramo.

Note: ammonito Di Gennaro (R); minuti di recupero 1 nel primo tempo e 4 nella ripresa; biglietti venduti 1313 per un incasso lordo di 7386 euro; quota abbonati 4321 per un incasso totale di 17809 euro.

 

 

di LORENZO CHIERICI

I granata, dopo 36 giorni di assenza dalle gare, tornano in campo e soprattutto tornano al successo con il 2-1 al Renate, una formazione che, nella gara di andata, aveva battuto i granata per 1-0. Per la cronaca, la Reggiana passa al 7’ grazie ad un calcio di rigore trasformato da Cesarini: azione convulsa in area del Renate con Cesarini che effettua una incursione con controllo in palleggio, ma sul suo tentativo di assist per Altinier spunta un braccio apparentemente largo di un avversario in piena area di rigore, tant’è che l’arbitro di Gennaro non ha avuto dubbi nell’assegnare la massima punizione. Dal dischetto Cesarini spiazza completamente il portiere De Gregorio: 1-0 per i granata.

Nella ripresa, dopo pochi minuti di gioco, ancora Di Gennaro commette un’ingenuità e questa volta si prende l’ammonizione: Cesarini si inventa una delle sue magie da fuori area con la quale salta il diretto marcatore, poi scucchiaia un pallone fantastico per Carlini che viene toccato in area dal difensore del Renate e l’arbitro, a pochi passi dall’azione, assegna immediatamente il calcio di rigore. Dal dischetto Altinier non sbaglia e trafigge De Gregorio con un forte rasoterra alla destra del portiere, che nel frattempo si era tuffato a sinistra.

Sopra di due gol la Reggiana effettua diversi cambi, facendo esordire i nuovi arrivi Cattaneo e Vignali al posto di Riverola e Carlini, oltre a mettere dentro Cianci per Altinier, ma una leggerezza difensiva dei granata ha portato il Renate a riaprire la partita al 27’: discesa di Gomez e gran palla in mezzo per De Luca che stoppa bene e gira sul secondo palo, dove Facchin non può arrivare. Pochi minuti dopo la Regia sfiora il terzo gol con un’altra magia di Cesarini, che controlla alla grande in area, poi cerca il secondo palo, ma non lo trova per pochi millimetri. All’ultimo istante, il Renate si riversa in area e su un calcio di punizione, da una mischia, un giocatore del Renate conclude a botta sicura, ma Facchin, d’istinto, respinge con la gamba bassa e salva il risultato. La Regia torna in campo e torna al successo.

 

IL COMMENTO DEL TECNICO SERGIO EBERINI

"A me non interessa cosa facciano gli altri, a me interessa cosa fa la Reggiana alla domenica - spiega il trainer granata in sala stampa a fine parta - Il Renate era una squadra molto difficile da affrontare, ha chiuso gli spazi e noi abbiamo comunque fatto gol, anche se solo su rigore. Abbiamo fatto fatica a sviluppare le nostre trame, poi abbiamo commesso un grosso errore e abbiamo subito gol. I movimenti di oggi erano meno briosi del solito. La scelta della formazione?

I nuovi sono entrati e hanno fatto la loro parte, la scelta deriva dal fatto di voler consolidare alcune certezze. Sul gol avevamo previstodelle marcature preventive che non abbiamo fatto. Abbiamo vinto, ma dobbiamo lavorare, domenica andremo a San Benedetto e sarà dura. I rigori? C'è una gerarchia, il primo è Cesarini il secondo è Altinier e i ragazzi rispettano semplicemente le regole che sono state date. L'alta classifica? Questa squadra non deve avere pressioni, non è stata brillantissima, ma ha giocato comunque bene contro una squadra difficile".

Siparietto strano a fine partita fra Sergio Eberini e un cronista de "Il Resto del Carlino", con il tecnico granata che ha cercato di gettare acqua sul fuoco, visto che questa squadra, secondo l'allenatore "non ha bisogno di eccessive pressioni per potersi esprimere al meglio".

 

Commenta l'articolo

Video del giorno

Trump rivendica i missili: "Damasco ha violato le Convenzioni sull'uso delle armi chimiche"

Immagine del giorno

Guerra in Yemen, Msf denuncia atroce emergenza umanitaria

Guerra in Yemen, Msf denuncia atroce emergenza umanitaria

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica Il Giornale di Reggio Edizione del 12/05/2018
  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

Warning: Variable passed to each() is not an array or object in /var/www/sarat1022/showx/showcore.inc.php(267) : eval()'d code on line 14
×